gioco simbolico di ruolo importante finzione facciamo finta che bambini immaginazione realtà ruoli giocare a fare dottore mamma maestra cuoco cucina utensili casa bambole veterinario di legno giocattoli fantasia invenzione giocare psicologia

"Facciamo finta che..." L'importanza del gioco simbolico nei bambini e come favorirlo

"Facciamo finta che..." L'importanza del gioco simbolico nei bambini e come favorirlo

"Facciamo finta che... io sono la mamma e tu il mio bambino" 

"Facciamo finta che... io sono il dottore e tu la mia paziente" 

"Facciamo finta che io... sono la maestra e tu il mio alunno"

Quante volte avete sentito i vostri bimbi giocare a fare finta di essere qualcun'altro o magari vi ricordate di quando facevate voi finta di essere la mamma, lo chef, il cassiere o la parrucchiera da piccolini.

COSA E' IL GIOCO SIMBOLICO E PERCHE' E' IMPORTANTE

Sappiamo che il fine primario del gioco è quello di provare piacere. I bambini infatti, tendono a riprodurre i giochi che sono per loro gratificanti e che consentono loro di “mettersi alla prova”.

Nel gioco simbolico, il piacere ludico primario è quello della finzione.

In altre parole, il bambino usa gli oggetti come simboli per rappresentare azioni di finzione (es. con i pentolini, il bambino finge di preparare la pappa, può utilizzare un mattoncino delle lego come telefono per chiamare qualcuno, ecc..).

La funzione primaria che sottende tale operazione è la capacità rappresentativo-simbolica, comune anche al linguaggio (la parola è un simbolo che descrive qualcosa di reale) e al disegno (raffiguro qualcosa che esiste, es. un albero, una casa, ecc..).

Va da sé il motivo per cui il gioco simbolico è così importante: attraverso il gioco di finzione, infatti, il bambino può trasformare la realtà e ricostruire momenti di vita quotidiana che ha vissuto.

Non solo: può anche rivivere situazioni che gli hanno fatto particolarmente paura (es. scena di un cartone animato oppure quando la mamma lo sgrida) e che magari non è ancora in grado di gestire emotivamente e decodificare appieno cognitivamente.

Nel ricreare situazioni significative, il bambino può rivivere e rielaborare in un contesto protetto (perché ludico) le proprie esperienze, assimilandole.

Spesso infatti le emozioni esplorate con queste finzioni sono molto forti, ma il fatto di arrivare a "toccarle con mano" in una cornice che è quella del gioco, che può essere spezzata in ogni momento, aiuta a non farsi coinvolgere troppo. 

gioco simbolico di ruolo importante finzione facciamo finta che bambini immaginazione realtà ruoli giocare a fare dottore mamma maestra cuoco cucina utensili casa bambole veterinario di legno giocattoli fantasia invenzione giocare psicologia attività ludica raffigurazione simbolica quotidiano

MACCHINA PER IL CAFFE' - ACQUISTA ORA

GIOCO SIMBOLICO E LINGUAGGIO

Abbiamo già parlato di linguaggio nel nostro articolo dedicato ai Late Talkers e Late Bloomers sottolineando l'importanza del Gioco simbolico come metodo per prevenire e stimolare i "parlatori ritardatari" (per un approfondimento CLICCA QUI)

Adesso vogliamo ulteriormente accentuare la forte corrispondenza esistente tra gioco simbolico e linguaggio: non a caso, il "far finta che" comincia proprio in corrispondenza dell'esplosione del linguaggio, intorno ai due anni.

Quando inventa storie o quando rimette in scena episodi di vita, cosa che succede per esempio quando si gioca al dottore, alla mamma o al ristorante, il bambino rimette in ordine nella sua testa la parole e formula discorsi, sperimentando come funziona il linguaggio.

gioco simbolico di ruolo importante finzione facciamo finta che bambini immaginazione realtà ruoli giocare a fare dottore mamma maestra cuoco cucina utensili casa bambole veterinario di legno giocattoli fantasia invenzione giocare psicologia attività ludica raffigurazione simbolica quotidiano

All'inizio le parole usate dal bambino sottolineano quello che si sta usando (per esempio dice "cucchiaio" per nominare il cucchiaio tenuto in mano, mentre crescendo invita la mamma a bere il caffè offrendole una tazzina da caffè) e poco per volta accade che le parole iniziano a narrare un mondo simbolico, per cui un bastone diventa un cavallo e una scala o delle sedie un treno in corsa.

E si arriva addirittura a giocare senza oggetti, solo con le parole: facciamo che io ero e che tu eri... e il gioco parte.

LE TAPPE DEL GIOCO SIMBOLICO

Il gioco simbolico evolve e si modifica di paripasso con il bambino, seguendone lo sviluppo.

Qui di seguito, ripercorriamo le tre tappe principali del gioco di finzione:

  • GIOCO PROTO-SIMBOLICO (18-24 MESI): il bambino inizia ad utilizzare oggetti simili a quelli di vita quotidiana per compiere azioni conosciute (es. usa la tazza per bere, il pettine per pettinarsi, ecc…). In questa fase di approccio al gioco simbolico, l’oggetto deve essere rievocativo rispetto al simbolo che rappresenta, altrimenti il bambino non riuscirà a simbolizzarlo: la “tazza” utilizzata per bere dovrà avere una forma simile a quella reale.
  • GIOCO SIMBOLICO (36 MESI): Il bambino inizia a definire dei veri e propri ruoli (fa finta di essere la mamma, un bebè, ecc…) e inizia a costruire semplici sequenze simboliche, che prevedono un ordine temporale preciso (es. nel gioco della cucina prima preparo la pappa, poi mangio e infine lavo i piatti). In questi contesti il bambino risulta ancora il principale agente, mentre gli oggetti che manipola svolgono un ruolo passivo (es. il bambino dà da mangiare all’orsacchiotto, lo fa addormentare, ecc..). Il linguaggio, che si afferma sempre più, consente al bambino di descrivere ciò che succede e in alcuni casi di anticiparlo.
  • GIOCO SOCIO-DRAMMATICO (4-5 ANNI): progressivamente il bambino risulta in grado di costruire delle storie, il gioco assume una trama e i ruoli sono sempre più delineati. In particolare, si approccia al gioco socio-drammatico, dove la simbolizzazione della realtà viene condivisa con i bambini e ci si accorda sul ruolo che ognuno ricopre nel gioco (es. tu fai il cameriere, tu il cuoco, ecc..). Ora gli oggetti possono avere una connotazione fisica differente da quella reale (es. un mattone può rappresentare una macchina, un cerchio una navicella, ecc..). Il bambino inoltre, si trova sempre più in grado di simbolizzare contesti fantastici (es. giochiamo a fare gli alieni) e a rappresentare situazioni non quotidiane.
gioco simbolico di ruolo importante finzione facciamo finta che bambini immaginazione realtà ruoli giocare a fare dottore mamma maestra cuoco cucina utensili casa bambole veterinario di legno giocattoli fantasia invenzione giocare psicologia attività ludica raffigurazione simbolica quotidiano

IL RUOLO DEI GENITORI

E l’adulto, che ruolo può avere in questo panorama?

Compito dell’adulto è quello di fornire un contesto adeguato e stimolante per il piccolo, affinché possa esprimere, tra le tante modalità ludiche, anche il gioco di finzione.

Infine, la cosa più importante è ritagliare dei momenti in cui giocare con il vostro bambino, entrando nell’area ludica (psichica e fisica) e condividendo con lui le esperienze di gioco. Non saranno tanto gli oggetti quanto la vostra presenza a rendere questi momenti così importanti per il suo sviluppo e preziosi per lui!

COSA OFFRIRE AI BAMBINI PER FAVORIRE IL GIOCO SIMBOLICO

Ti forniamo qualche suggerimento per promuovere il gioco simbolico del tuo bambino precisando che se inizialmente è opportuno proporre al bimbo oggetti di vita quotidiana da utilizzare in modo convenzionale, progressivamente può essere sufficiente anche del materiale non strutturato (mattoncini, teli, cuscini, ecc…).

La Cucina e i suoi accessori

Può essere acquistata o auto-costruita e vi si possono predisporre: pentolini di metallo, un piccolo bricco, una caffettiera , una bottiglietta (sigillata e resistente) con l'acqua, un barattolo di latta, una scatola del riso, un mestolo di legno. Una catenella può diventare pasta da girare in un pentolino o caffè da versare in una tazzina.

VAI A VEDERE LE NOSTRE CUCINE IN LEGNO E GLI ACCESSORI IN LEGNO - CLICCA QUI

LABEL LABEL CUCINA IN LEGNO VERDE - ACQUISTA ORA >

FORNO PER LA PIZZA CON ACCESSORI - ACQUISTA ORA

SET UTENSILI DA CUCINA - ACQUISTA ORA

 

I travestimenti

Bastano indumenti e accessori di mamma e papà (sia da maschi sia da femmine, indipendentemente dal sesso del bambino) che non usate più: camicie, gilet, pantaloncini, gonna, collane, occhiali, borsa (con portafogli), un paio di cappelli, sciarpe o scarpe.

Un suggerimento: se ogni tipologia ha un suo piccolo contenitore, si facilitano l'autonomia e il riordino dei bambini.

Il dottore/veterinario

Basta mettere in una borsa quanto può servire a "fare una visita": uno stetoscopio (otturando le testine con l'ovatta), un contenitore vuoto e di plastica di uno sciroppo, una piccola torcia, una garza, magari un libro a tema, un bambolotto o un peluches a forma di cagnolino, topolino o gattino...

La casa del veterinario - ACQUISTA ORA

Quando il bambino (o i bambini) giocano "a far finta", per gli adulti è molto interessante limitarsi a osservare in silenzio e senza intervenire che cosa il bambino sta facendo a meno che non si debba intervenire perchè il bambino non riesce a fare ciò che vorrebbe e richiede l'intervento del genitore o per un litigio fra bambini. 

gioco simbolico di ruolo importante finzione facciamo finta che bambini immaginazione realtà ruoli giocare a fare dottore mamma maestra cuoco cucina utensili casa bambole veterinario di legno giocattoli fantasia invenzione giocare psicologia attività ludica raffigurazione simbolica quotidiano

Se si viene invitati a giocare, inoltre, non anticipare, interferire e direzionare le iniziative dei bambini ma può essere divertente e interessante seguire, sostenere e rilanciare le loro idee di gioco!

 

 

Per rimanere sempre aggiornata su tutti gli articoli e consigli di Todogi, iscriviti alla nostra Newsletter compilando il form che trovi qui sotto! Subito per te una Carta Regalo di 5 € !! 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Hai domande o dubbi, puoi commentare qui sotto.

Saremo Felicissimi di poterti aiutare :-)

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------

Se ti è piaciuto l'articolo condividilo su Facebook

Rimani sempre aggiornata sulle novità Todogi e conosci altre mamme, iscriviti al nostro gruppo Facebook cliccando sull'immagine qui sotto!

Lascia un commento

* Campi richiesti

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.