metodo montessori a casa at home organizzazione bagno misura di bambino dimensione bimbi cassettiera specchio denti sgabello imitazione pedagogia educazione materiali legno semplice

Metodo Montessori a casa: come organizzare la casa in stile montessoriano – Il Bagno

Metodo Montessori a casa: come organizzare la casa in stile montessoriano – Il Bagno

Siamo giunti al termine del viaggio alla scoperta di come organizzare al meglio la casa all'arrivo del nostro bambino, non ci resta che dedicarci all'ultima stanza: il bagno.

Come per tutti gli altri ambienti della casa, anche il bagno deve essere a misura e a portata di bambino per accrescere la loro autonomia e indipendenza.

L’angolo per il cambio

Anni e anni di cambio del pannolino: ogni mamma e papà che si rispettino, potrebbero prendere il diploma su questo argomento, nonché in organizzazione del cambio.

Noi siamo diventati esperti sul cambio in casa e fuori casa, sui locali pannolino no friendly, sui pit stop da organizzare in qualsiasi gita e in ogni dove.

Il momento del cambio pannolino con un neonato è il momento delle coccole, delle pernacchie sul pancino, della ginnastica alle gambe e dei massaggi. E’ il momento in cui ci dedichiamo un’intimità piacevole e intensa, il momento in cui il bambino è più vulnerabile e si affida totalmente alle nostre cure, al nostro amore, al nostro contatto.

Per questo ho sempre pensato che anche in casa il momento del cambio del pannolino dovesse essere piacevole e rilassante, e non un turno in fabbrica in cui si deve impiegare meno tempo possibile in un’azione che vene totalmente spersonalizzata.

Molto spesso, se le dimensioni della stanza lo permettono, i neogenitori preferiscono adibire la zona del cambio in bagno per la presenza dell’acqua corrente, valida alleata durante i cambi del pannolino.

Si può quindi scegliere la soluzione classica con la cassettiera fasciatoio, funzionale perché presenta qualche cassetto, utile per riporre indumenti e oggetti per la pulizia del bambino.

Oppure si può utilizzare una cassettiera o mobile basso per riporre il materassino per il cambio. Utile la cassettiera Leander cui riporre sopra il fasciatoio Matty,: comodità e funzionalità assicurate.

metodo montessori a casa at home organizzazione bagno misura di bambino dimensione bimbi cassettiera specchio denti sgabello imitazione pedagogia educazione materiali legno semplice
DAI UN’OCCHIATA ALLA CASSETTIERA LINEA LEANDER CON RIPIANO FASCIATOIO E FASCIATOIO MATTY

In ogni caso, scegliamo sempre mobili realizzati con materiali ecologici e dipinti con vernici atossiche e sicure, facilmente pulibili, senza troppi fronzoli: dobbiamo igienizzare bene la superficie del cambio, più volte alla settimana, per creare un ambiente sicuro per il nostro bambino.

Se lo spazio in bagno non è abbastanza o non abbiamo la vasca da bagno, un’alternativa semplice è quella di cambiare il bambino con il fasciatoio Matty in camera o a terra: Matty può essere posizionato su un fasciatoio o direttamente a terra. In morbido materiale, soffice al tocco e impermeabile, non richiede l’utilizzo di coperture.

metodo montessori a casa at home organizzazione bagno misura di bambino dimensione bimbi cassettiera specchio denti sgabello imitazione pedagogia educazione materiali legno semplice
FASCIATOIO MATTY – CLICCA QUI PER DARE UN’OCCHIATA

In questo caso è consigliabile tenere vicino una cesta dove tenere tutti gli oggetti utili durante il cambio.

Teniamo conto anche dell’età dei bambini: come avrebbe detto Maria Montessori, dobbiamo facilitare l’autonomia dei bambini il più possibile. Se da neonati si faranno cambiare volentieri il pannolino da noi, intorno all’età dello spannolinamento (dai due anni circa), non vorranno più sdraiarsi sul fasciatoio ed essere cambiati ‘passivamente’ come neonati.

Coinvolgiamo i bambini nel momento del cambio: divertiamoci, coccoliamoli, trattiamoli come ‘bambini grandi’. invece di ingaggiare inutili lotte sul fasciatoio, lasciamo che possano vivere liberamente il bagno e la cameretta, ed essere soggetti attivi nella loro igiene personale.

Cura e igiene personale

Quando il bambino avrà raggiunto una buona base di indipendenza il bagno perderà la sua funzione iniziale per lasciare spazio ai primi momenti di igiene personale in autonomia.

Il bambino, intorno ai due anni, ha bisogno di essere messo nelle condizioni di svolgere da sé piccole azioni quotidiane come lavarsi le mani, i denti, pettinarsi. È il momento giusto per adibire uno spazio riservato solo a lui.

Le soluzioni, anche qui, sono molteplici. Se preferiamo che utilizzi lo stesso lavandino delle persone adulte bisognerà offrirgli uno sgabello che gli permetta di raggiungerlo in sicurezza e senza fatica. 

Nel caso non arrivi all’altezza della specchio, mettete uno specchietto più in basso dove riesca a vedersi. Anche in bagno, come all’entrata, mettete un appendino dove riporre la salviettina una volta utilizzata.

In alternativa potete usare il bidet come suo “lavandino” personale munendolo di una saponetta e di un piccolo specchio, con a fianco un mobiletto dove riporre gli altri oggetti necessari alla toelette.

Per potersi lavare da solo, travasate un po’ di shampoo e di bagnoschiuma in due piccole bottigliette, in modo che possa farlo da solo usando una quantità limitata di prodotto.

Il vasino

Ovviamente il bagno è anche il luogo in cui viene posizionato l’alleato di ogni bambino durante la fase dello spannolinamento: il vasino!

Al giorno d’oggi il mercato offre una vasta gamma di modelli tra cui scegliere ma anche in questo caso, come per ogni oggetto che andiamo a proporre al nostro bambino, è bene selezionarlo con cura, seguendo delle regole precise.

Evitiamo quelli troppo caotici, con luci e suoni. Lasciamo perdere quelli dalle forme troppo particolari o appariscenti. Tutte queste caratteristiche vengono aggiunte affinché l’oggetto risulti ammaliante per il bambino che lo vede come un gioco.

metodo montessori a casa at home organizzazione bagno misura di bambino dimensione bimbi cassettiera specchio denti sgabello imitazione pedagogia educazione materiali legno semplice
VASINO INTELLIGENTE BABYBJORN – CLICCA QUI PER DARE UN’OCCHIATA

Viene così meno la funzione educativa di questo oggetto, un oggetto che nasce semplice e che così dovrebbe rimanere poiché non deve servire ad intrattenere il bambino ma aiutarlo durante la transizione tra il pannolino e il gabinetto.

Altre volte il bambino preferisce usare direttamente il WC, in questo caso bisognerà munirsi di un riduttore e di uno sgabello così da rendere autonomo il bambino.

metodo montessori a casa at home organizzazione bagno misura di bambino dimensione bimbi cassettiera specchio denti sgabello imitazione pedagogia educazione materiali legno semplice
RIDUTTORE WATER – CLICCA QUI PER DARE UN’OCCHIATA

 Fondamentale è ascoltare le sue necessità e permettergli di fare la scelta che lo fa sentire più sicuro.

Una bella idea è quella di preparare in bagno una piccola cesta con una selezione di libri, meglio ancora se a tema, da leggere o guardare assieme al bambino per intrattenerlo quando, all’inizio, la permanenza in bagno potrebbe essere più lunga.

VAI A LEGGERE GLI ARTICOLI PRECEDENTI SULL'ORGANIZZAZIONE DELLA CASA IN STILE MONTESSORI…

Metodo Montessori: cos’è e come applicarlo concretamente a casa. Ecco i 10 consigli per un approccio montessoriano

Metodo Montessori a casa: come organizzare la casa in stile montessoriano – L’ingresso di Casa

Metodo Montessori a casa: come organizzare la casa in stile montessoriano – La sua cameretta

Metodo Montessori a casa: come organizzare la casa in stile montessoriano – La Cucina

Lascia un commento

* Campi richiesti

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.